ios_iPad-3rd-(6.0)_6.0_portrait_thumbEra un po' di tempo che ne sentivo la necessità ma, per varie ragioni - tra cui la cronica mancanza di tempo e un po' di sana pigrizia - la revisione della grafica del mio blog personale è sempre stata posposta a data da destinarsi. Oggi finalmente va online il lavoro degli ultimi giorni in cui ho rifatto completamente tutto lo stile del blog, aggiornandolo ai più innovativi concetti di responsività e alle tecnologie quali HTML5 e CSS3. Per farvi un'idea del lavoro provate a cambiare la dimensione del browser e vi renderete conto di come l'interfaccia si adegua allo spazio disponibile, rendendo di fatto frubile il sito sia su schermi di grandi dimensioni, sia su tablet e smartphone. Ora vi prego non siate troppo pignoli, non più di quanto lo sia stato io, dato che a ben vedere ho lavorato per vestire ex-novo BlogEngine il quale, vi assicuro, è tutto fuorchè predisposto alle interfacce responsive. Si tratta infatti di un engine webforms, che utilizza spesso e volentieri tabelle e, soprattutto, non consente una personalizzazione eccessiva del markup. In definitiva, fatta eccezione per la master page e gli spazi dedicati al post e al commento, il resto dell’interfaccia è rimasto sostanzialmente invariato se non per un lavoro di fino con i CSS. Alla fine Browserstack mi consola dandomi l’ok su tutti i browser ad eccezione di IE8. L’immagine qui a lato ad esempio è tratta dallo schermo di un iPhone5s. Gli utenti di IE8 sono vivamente pregati di entrare nell’era moderna e quindi aggiornare il proprio PC. A parte BlogEngine, lo strumento principale di questa rivoluzione responsiva è Boootstrap 3.0. Per chi non lo sapesse si tratta di un toolkit che consente di progettare le interfacce web basate su html5 e css3 perchè siano fruibili da tutti i dispositivi. Si basa su una struttura fatta di righe e colonne alle quali possono essere agganciate porzioni dell’interfaccia nelle varie risoluzioni. Questo meccanismo, dopo un po’ di pratica, diviene familiare e si riescono ad ottenere dei cospicui risultati in un tempo non eccessivo, anche se, lo devo proprio dire, avessi potuto farlo in XAML, avrei finito molto ma molto prima… Ma tant’è, HTML5 e CSS3 sono una vera soddisfazione, soprattutto per chi come me ha affrontato i problemi di compatibilità dalla fine degli anni ‘90 quando ancora Netscape era un agguerrito concorrente e l’idea di vedere lo stesso sito in modo simile su due browser era semplicemente una follia. I moderni strumenti in definitiva danno un aiuto veramente efficace e i risultati, pur se ancora faticosi, si raggiungono molto più agevolmente. Boostrap mi è piaciuto fin da subito, per qualche verso più che Foundation con il quale condivide gran parte della filosofia di funzionamento. Credo che non mancherà l’occasione per parlare in questa pagine di entrambe le librerie e dei problemi della responsività. Grazie fin d’ora per i commenti, i suggerimenti e spero i complimenti che mi vorrete postare.

Chi di voi mi segue sa che da quando esiste questo weblog, parte dei post che scrivo vengono replicati anche nel mio weblog nella community di UgiDotNet. Da un po' di tempo mi sono reso conto di alcune incongruenze. innanzitutto, l'argomento dei miei post è sempre più esclusivamente tecnico. Questo non perchè io abbia perso interesse nella politica e in altri argomenti che abitualmente ho trattato, ma semplicemente perchè non ho più il tempo di seguire tutto con la medesima attenzione. La conseguenza diretta è che a tutti gli effetti il weblog che ho su ugidotnet è pressochè la copia perfetta di questo. Ecco perchè alla fine, ho deciso che è giunto il momento di scegliere e giocoforza la mia scelta è stata quella di rendermi completamente autonomo e di smettere di copiare i miei post anche su ugidotnet dato che comunque il rischio di che io scriva qualcosa di off-topic rimane comunque molto alto.

Perciò, da un po' di settimane, fra un impegno e l'altro ho provveduto a rifare completamente la grafica di questo weblog, per rendere possibile la definitiva migrazione. Per un po' di tempo ho addirittura valutato di passare a wordpress. Non c'è alcun dubbio infatti che si tratta della migliore e più completa piattaforma di blogging, ma alla fine ho deciso di recuperare una bella skin trovata nella directory di wordpress e di convertirla su SubText dato che la migrazione dei post verso questo engine era praticamente indolore e mi consentiva di mantenere valide tutte le indicizzazioni di Google. Inoltre spero di avere così l'occasione di dare una mano a questi ragazzi che hanno deciso di portare avanti il caro vecchio .TEXT.

Contestualmente ho deciso anche di cambiare il nome del weblog tornando al nome originario che avevo lasciato su UgiDotNet, perchè come ho detto ormai la politica è un argomento che tratto con minore attenzione. Questo però non significa che ho intenzione di trasformare questo weblog in un mero contenitore di post esclusivamente tecnici.

Per concludere quindi invito tutti a sottoscrivere il mio feed su questo blog, prendendolo dall'angolo superiore destro della pagina e a togliere dai propri aggregatori il feed su UgiDotNet. L'invito va esteso anche a quelli che hanno già sottoscritto questo feed perchè ho deciso anche di attivare un account su feedburner per avere più chiaro quanti sono i miei lettori. Comunque il vecchio feed rimarrà attivo ancora per un po' di tempo.

tags: - categories:

Di ritorno dalla cena che stasera ha riunito i blogger veneti e Lorenzo attorno ad una tavola imbandita, sono qui sul divano, che cerco di digerire il "brontosauro" che abbiamo ingoiato cotto in maniera eccellente dal mitico Mr. Vanore (non so se sia più brotosauro lui o le sue costate...). Mentre i succhi gastrici fanno il loro dovere lasciatemi salutare e ringraziare per la bella serata gli amici Luca Minudel, Andrea Dottor, Lorenzo Barbieri e Francesco "Jazzer" Soliani che hanno condiviso due amabili chiacchiere sui temi a noi consueti. Spero solamente che Luka e Andrea siano riusciti a ritornare verso le proprie abitazioni. Se qualcuno dei miei lettori li incontrasse nella campagna dell'Asolano mentre vagano raminghi cercando la via tra i "trosetti" per tornare alla civiltà sia così gentile da dare loro una indicazione. Vi basti sapere che il tom-tom di Lorenzo si è rifiutato di fornirci indicazioni per evitare figuracce.

powered by IMHO 1.3

tags: - categories:

Ecco l'elenco finale dei partecipanti:

  • Andrea Boschin
  • Andrea Dottor
  • Alejandro Gonzalez (quasi certo)
  • Francesco "Jazzer" Soliani
  • Lorenzo Barbieri
  • Luca Minudel

    Ma se qualcuno vuole ci possiamo stringere anche all'ultimo momento.

  • powered by IMHO 1.3


    Mi sto accingendo a chiamare il ristorante e confermare i posti. Chi volesse partecipare ha solo queste ultime ore per avvisarmi. Ricordo che il flash-dinner #2 si terrà presso L'osteria Da Vanore, ad Asolo. Per questa volta abbiamo due punti di incontro:

    1) ore 19:30/19:45 - Quinto di Treviso (Via Matteotti, davanti ai giardinetti)
    2) ore 20:00/20:15 - Castelfranco Veneto(Centro commerciale i Giardini del Sole, sotto alla "I")

    Il ristorante si trova ad Asolo, Via S.Apollinare, ma sconsiglio di provare a raggiungerlo direttamente perchè è sperduto in mezzo ai campi e non riportato nemmeno sul satellitare.

    Forza con le richieste!!!

    powered by IMHO 1.3


    Stomaci a raccolta! Martedì prossimo, alle 20:30 presso la mitica osteria "Da Vanore" ad Asolo (TV) si terrà il secondo flash-dinner della storia ugidotnet. Ho già parlato tempo fa di questo ameno luogo per gli amanti della costata, e approfittando della permanenza di Lorenzo in friuli abbiamo deciso di invitare tutti a gustarla.

    I partecipanti ad ora sono

    • Andrea Boschin e consorte
    • Andrea Dottor
    • Emanuele del Bono (forse)
    • Francesco "Jazzer" Soliani e consorte
    • Lorenzo Barbieri
    • Luca Minudel
    • Riccardo Golia e consorte (forse)

    E le consorti sono le benvenute. Astenersi dilettanti della forchetta.

    Le adesioni devono pervenire entro Lunedì ore 23:59. I dettagli per l'incontro in un prossimo post.

    powered by IMHO 1.3


    Ed eccomi reduce della serata di ieri, che ha visto me, jazzer, luka e lorenzo degustare le delizie della cucina furlana, accompagnati da frico, pitina e pituccia, asin (che non è un metodo della classe Math!) e cao di eccellente qualità, mentre discutevamo fitto-fitto degli ultimi eventi dell'UgidotNet, di Microsoft di Team System e di quant'altro ci venisse in mente. Alle fine la frase da incidere nella pietra di ieri sera è stata: "va bene i programmatori, ma ci vuole anche la gnocca!". (non dirò nemmeno sotto tortura chi l'ha enunciata...). La formula del flash-dinner si è rivelata vincente. Ottimi discorsi, ottimo cibo, una toccata e fuga che vale la pena di ripetere.

    Un grazie ai commensali. Alla prossima..

    powered by IMHO 1.3


    La venuta in friuli di Lorenzo ha creato l'occasione per il primo flash-dinner dei blogger UgiDotNet. La cena si terrà Giovedì sera presso il Ristorante Agriturismo Gelindo dei Magredi, presso Vivaro in provincia di Pordenone. Chi volesse essere presente non ha che da comunicarmelo entro domani sera.

    Appuntamento a Vivaro ore 20:15.

    I presenti ad oggi sono:

    • Andrea Boschin
    • Lorenzo Barbieri
    • Francesco "Jazzer" Soliani
    • Luca Minudel
    • Alejandro Gonzalez (forse)

    Pochi... ma buoni... soprattutto per il ristoratore!

    powered by IMHO 1.3



    Sono "felice" di aver sentito le parole illuminate che Marcello Pera ha proferito in occasione della suo discorso presso il meeting ciellino. Felice, non certo per le parole in se, che trovo quanto di più ributtante ci si possa aspettare da qualcuno che pretende di essere una carica di "garanzia", ma perchè finalmente so con chiarezza da che parte schierarmi. Se qualcuno fino a ieri mi avesse posto la fatidica domanda, "ma tu sei relativista?", io probabilmente avrei risposto nicchiando che non ne ero certo, che di certo non ero schierato con il papa, e che forse mi sentivo più un liberale. Ma oggi, non fosse altro che per distinguermi visibilmente da quella schiera cui il Pera nazionale si onora di far parte posso dire che: "Sì, sono un relativista, sfegatato...". Anzi, giusto per chiarire per bene che io con quelli di CL, con i papisti, e col Presidente del senato, proprio non ho nulla a che spartire ho anche preparato questo bel gadget. All'inizio ero un po' dubbioso nella scelta della giusta terminologia. In effetti anche meticcio mi si addice molto, in fin dei conti sono "terrone" almeno per metà. Alla fine ho scelto il relativismo perchè pare che costoro abbiamo una preferenza marcata per emarginare questa classe sociale. Il simbolo poi gli si addice. Il relativismo, la nuova peste del 2005 merita di certo di essere annoverato nei composti a rischio biologico.

    State alla larga!

    powered by IMHO 1.2