Alla fine ho deciso di tradire la mia agenda mattutina e mi sono fatto tentare da una sessione interattiva sull'uso di Visual Studio Team System con le metodologie agili Scrum.

La sessione e' interessante e interattiva al punto che lo speaker ha coraggiosamente invitato uno dei presenti a connettere il suo portatile e mostrare un immenso foglio excel che usa per la pianificazione dei progetti.

Al momento vi segnalo l'esistenza di eScrum, un progetto scaricabile dal sito Microsoft. Si tratta di un sistema web-based appoggiato su TFS che adotta la metodologia Scrum.

Link: download

Lo speaker ha anche consigliato la lettura del libro "The enterprise and Scrum" di Ken Schwaber


Anche stamattina ho deciso di venire presto. Non fosse altro per rifare l'esperienza della colazione-blog che mi vede di fronte alla postazione del CommNet con una tazza di pessimo caffe' americano a cercare le accentate su una tastiera che non le ha per scrivere due righe che per lo meno appaiano decenti.

Stamattina ci sta una osservazione della serie "se il buongiorno si vede dal mattino...": la prima postazione che ho scelto al CommNet mi ha regalato una bella schermata blu non appena effettuato il logon... speriamo bene per la giornata!

La mattinata riserva sicuramente argomenti interessanti. Fra pochi minuti scegliero' tra una sessione su AJAX e una su come estendere la pipeline di IIS 7 (e credo che la mia preferenza andra' alla seconda). Poi si prosegue con Silverlight, forse TFS, sicuramente Astoria, e una bella camminata in giro per il padiglione espositivo a caccia di gadgets.

A piu' tardi.


Sono di ritorno ora dall'influencer party durante il quale ho conosciuto una quantità di persone delle quali non ripeto i nomi perchè probabilmente ne dimenticherei più di qualcuno. La nota a margine di tutte queste chiacchiere con persone provenienti da svariate località del mondo, USA, Australia, Svezia, Italia, Inghilterra, etc... è che sto giocoforza allenando il mio inglese e mi rendo conto solo ora di quanta differenza ci sia tra leggere correntemente in questa lingua, parlarla e riuscire soprattutto a capirla. Il traguardo di questi giorni è di essere riuscito ad afferrare qualche concetto e di aver persino replicato e fatto alcune domande basilari in questo ostico idioma.

Altra notizia a margine è il fatto che purtroppo quest'oggi le foto serali saltano a causa di un problema tecnico che mi ha costretto a formattare la card e quindi perdere i pochi scatti che ho raccolto. Per fortuna nulla di importante...

Buonanotte...


Stephan Schacow sta introducendo una serie di tips, alcuni dei quali già conosciuti, sulla ottimizzazione di AJAX

1) Usate sempre UpdateMode="Conditional" e ChildrenAsTrigger="False" per minimizzare la quantità di dati trasferiti e il lavoro del server. In caso di necessità usate il metodo Update() degli UpdatePanel da aggiornare in cascata.

2) L'uso dell'object model client-side consente un miglior controllo del partial rendering.

3) come ovvio, l'uso di webservices per il partial rendering è preferibile perché evita il transito della viewstate e non richiede che il cliclo di vita della pagina asp.net venga eseguito

In definitiva nulla di nuovo. Rinfrescare le idee ogni tanto è utile ma stavolta era davvero troppo e me ne sono andato prima della fine della sessione.


Ecco i punti principali della sessione che sto seguendo in un auditorium molto frequentato:

- Tutto ciò che si può fare in XAML è possibile anche per mezzo di un object model in C#
- Esisteranno edegli UserControls simili in tutto a quelli di ASP.NET e WinForms
- Silverlight.js sarà ancora presente a supporto delle applicazioni sviluppate con la 1.0
- Il modello di programmazione sarà anchesso analogo a quello che tutti conosciamo.
- l'accesso alla pagina host avviene per mezzo di un objectmodel esposto a partire da HTMLPage via C#
- l'uso di C# per la manipolazione dell'HTML renderà inutile Javascript

Jesse Liberty, sembra molto più rilassato ed efficace nell'esposizione. L'impressione che se ne trae è che esso stesso sia più interessato nella tecnologia.


Un controllo davvero utile e ben fatto è il ListView. Si tratta sostanzialmente di un Repeater avanzato con dei template molto customizzabili ma che supporta funzionalità avanzate come la modalità di edit e insert.
In collaborazione con LinqDataSource e DataPager consente di ottenere dei risultati eccellenti.

Come anticipato ieri sera, stamattina m'e' toccata una levataccia. Fra una mezzora ho intenzione di seguire la seconda parte di una sessione sullo sviluppo di Web Application con il Framework 3.5. comunque a parte il fatto che la pasticceria di fronte all'hotel stamattina era chiusa e quindi sono arrivato al Forum senza colazione (in modalita' a basso consumo con cervello disinserito...) per ora tutto va a meraviglia. I CommNet sono sufficientemente liberi da trovare una postazione al primo colpo, cosi' mi sto godendo il pessimo caffe' mentre bloggo (lusso che raramente ci si puo' concedere altrimenti)

Ieri sera ero troppo "cotto" per addentrarmi in disquisizioni tecniche su cio che ho visto. D'altra parte non e' che ci fosse molto da dire. La sessione su silverlight e' andata via liscia anche perche' non e' uscito alcun argomento a me oscuro. Diciamo che piu' che altro mi e' servita per capire l'approccio dello speaker all'argomento. La prima parte della sessione web, invero molto introduttiva, mi e' piaciuta per la ottima qualita' della presentazione che sono riuscito a capire in "quasi" tutte le sfaccettature per l'ottimo inglese.

Ora e' tempo che vada. Stamane sono leggero percio' blogghero dal telefonino oppure da uno dei CommNet se riusciro' a trovarne di liberi. Stay tuned...


Quest'oggi il primo giorno di conference si è suddiviso in tre parti. La mattina, durante la quale ho partecipato ad un Community Camp, la seconda con la Keynote di Somasegar e infine la parte che ho dedicato alle prime sessioni tecniche che hanno avuto inizio immediatamente dopo il termine dela Keynote.

La parte del community Camp cui si riferisce la prima foto è stata di notevole interesse. E' la prima volta che seguo una sessione di questo tipo, nella quale gli argomenti vengono proposti all'inizio della sessione stessa per poi essere discussi e concordati tra i partecipanti. Ne sono usciti due mini meeting nei quali abbiamo condiviso le nostre esperienze su argomenti della vita di una community. La difficoltà maggiore è stata quella di seguire il filo della discussione in lingua inglese con persone di nazionalità completamente differente e quindi con cadenze e accenti molto diversi. Alla fine ho dovuto persno presentarmi e dire la mia opinion che vi riporto; non c'è alcun dubbio che la formula camp sia interessante dato che così gli argomenti sono più vicini alle necessità dell persone che decidono di seguirli o esplorarli. Temo però che l'esperienza del camp sia alla portata solo di un pubblico fortemente motivato, dato che spesso invece ci si limita anche nel fare domande.

Dopo pranzo, al termine del camp ci siamo trasferiti immediatamente presso l'auditorium dove Somasegar ha consumanto con precisione i suoi 90 minuti. La notizia principale è stato l'annuncio della RTM di Visual Studio 2008 entro la fine di novembre...  La Keynote è stata lunga e articolata, affrontando anche i tempi di rilascio di determinati i prodottie.

Infine la giornata "pesantissima" si è conclusa seguendo un paio di sessioni tecniche. La prima di queste su ASP.NET 3.5 e LINQ e la seconda su Silverlight 1.0.

Ora chiudo il pc e vado a letto.  Domani devo essere alla conference per le 9:00 e questo significa che mi dovrò buttare giù dal letto ad un'ora disumana...

 

Technorati tags: ,

Somasegar ha annunciato la disponibilità del nuovo Popfly Explorer. All'annuncio è seguita una demo del tool che riguarda il mercato degli hobbisti. La demo ha mostrato l'inserimento di un gadget silverlight in una webpage.