Ebbene sì, c'ero anche io ieri al Webbit di Padova. Sono arrivato alle 10:00 puntuale come un orologio, e all'inizio sono rimasto un po' deluso.

In effetti la prima cosa che viene in mente, quando dopo pochi minuti di "passeggiata", ci si rende conto di aver visitato già tutta la fiera, è proprio un bel: "tutto qui?".

Ma il bello viene dopo, quando al terzo o quarto passaggio, si inizia a respirare l'atmosfera. Chi si aspettasse una versione nostrana del Futur Show ne sarebbe molto deluso, ma per me come penso per molti informatici, l'importanza di una manifestazioni come il webbit è infinitamente maggiore.

Al webbit si cresce, si conosce e si esplora. E così che ho passato il pomeriggio ascoltando degli ottimi interventi sui più disparati argomenti dall'oggi al dopodomani sul mondo Microsoft.

I miei complimenti ad Andrea Saltarello che ha tenuto due seminari su WebServices (assieme a Marco Barzaghi) e sul Databinding di ASP.NET con una esposizione impeccabile. Ottima veramente l'idea di esporre i WS sia dal punto di vista producer che da quello consumer alternando gli oratori.

Io c'ero, ma putroppo ero solo spettatore. Chissa che più avanti non possa veramente "partecipare" a manifestazioni di questo tipo.

tags: - categories:

Aggiungi Commento