Tempo fa ho accennato al fatto che XAML è uno dei migliori metodi di serializzazione che siano mai stati inventati. Tuttavia negli ultimi giorni ho avuto qualche delusione di troppo, che non ha variato la mia opinione in merito, ma semplicemente ha ridotto la mia fiducia nell'implementazione corrente. Il problema peggiore è dovuto ad una limitazione, per la verità esplicitata nella documentazione, che però crea più grattacapi del previsto. Se ad esempio provare a serializzare con XamlWriter un oggetto che contiene una stringa vuota vi troverete con uno XAML risultante che XamlReader non sarà in grado di riportare alla vita... Il problema come dicevo appare ovvio dopo che si è letta la documentazione. XamlReader non è in grado di deserializzare tipi che non abbiano un costruttore di default. A ben guardare il tipo String tale costruttore non lo ha proprio e l'effetto collaterale è che quando XamlReader tenta di deserializzare una stringa che abbia un valore tutto va bene, mentre ovviamente va in eccezione quando la stringa è vuota.

Comunque, per chi desidera cimentarsi, ecco un utile link dove si discute di XamlWriter

Link: http://blogs.msdn.com/mikehillberg/archive/2006/09...


Aggiungi Commento