CIMG1832-1 Se dovessimo individuare una buzzword che ha percorso l'intero TechED 2008, non c'è alcun dubbio che questa sarebbe "Cloud". Le tecnologie cloud based infatti hanno fatto da padrone e pur non avendo frequentato tutte le sessioni potrei scommettere che questo termine sia stato nominato almeno una volta per ognuna di esse. Con questo termine ci si riferisce in particolare alle nuove tecnologie, sul modello di Windows Azure, che hanno l'intento - per così dire - di "gassificare" il software trasformandolo in servizi distribuiti da una piattaforma esterna all'azienda.

E' così infatti che si presenta Azure, una serie di servizi, tra cui .NET Services, Sql Data Services, Live, etc... che hanno l'intento di fornire alle aziende servizi in hosting che consentano di sgravare le soluzioni da costi di hardware, e di licensing. Una bella scommessa che è solo all'inizio... lo speaker della prima sessione di questa mattina ha fatto intendere che non c'è alcuna fretta... prima che una soluzione di questo tipo possa prendere piede e diventare la realtà quotidiana potrebbero passare svariati anni.

Un'altra utile nota che lo speaker ha chiaramente portato alla luce è il fatto che Microsoft non sta di fatto abbracciando i servizi sul modello cloud-based con l'intento di abbandonare quello che fino ad oggi era il suo ambito principale di lavoro. Gli ambienti Client e Server verranno semplicemente affiancati dal nuovo mondo di Software as Services.

La giornata è filata via liscia... l'ultimo slot dell'ATE è andato molto bene, compreso un lunghissimo scambio (ritratto in foto) con una persona che mi ha letteralmente "prosciugato" ponendomi una raffica di domande per una buona mezzora. Ora che  la parte difficile è passata mi sento decisamente più leggero. Un bel po' di cose mi frullano per la testa. Non c'è dubbio che una conferenza di questo tipo ti mette addosso la voglia di far qualcosa... cosa non lo so... ma c'è tempo per pensarci. :)

Technorati Tags: ,

Aggiungi Commento