Capture Ieri sera anche a me come a molti di voi, l'ultimo aggiornamento di Gmail ha proposto il nuovo sistema per fare le telefonate direttamente dal suo interno, installando un piccolo plugin. Dopo qualche minuto di "smanettamento" per capirne il funzionamento mi è tornato alla mente il caso Windows Media Player e la guerra senza quartiere che l'unione europea ha condotto contro Microsoft, rea di aver tentato di battere la concorrenza in modo scorretto inserendo il suddetto player nel suo sistema operativo.

Credo che molti di voi coglieranno l'analogia con questo caso. Gli attori sono gli stessi: una azienda che detiene un punto di forza nella comunicazione, un sistema oramai capillarmente diffuso quale è Gmail e uno strumento, peraltro ben fatto, subdolamente sottratto alla concorrenza inserendolo out-of-the-box all'interno del noto sistema di posta.

Lo so, detta così la cosa è pazzesca - esattamente come lo era nel caso WMP/Microsoft - ma se il mio mestiere fosse fare l'avvocato di Skype mi affretterei a consigliare al mio cliente di ricorrere rapidamente al tribunale europeo, con buona certezza che una pioggia di quattrini ben presto gli verrà riconosciuta.

IMHO.


Commenti (3) -

# | francesco Italy | 26.08.2010 - 22.22

sono d'accordo. Da un bel pezzo la grandeG si sta muovendo per creare killer-applications. Qualche volta gli è andata bene, altre volte no (vedi Buzz). Vediamo che succede con questa novità che - tra parentesi - ho aperto e anche chiuso.

# | codeblock United States | 26.08.2010 - 22.25

Alla fine si dimostra che non esistono ne il diavolo ne l'acquasanta. Sono tutti alla caccia della stessa cosa e quelli che sembravano i salvatori del mondo ieri oggi stanno piano piano diventando i carnefici Smile

# | francesco Faroe Islands | 26.08.2010 - 22.34

sì, mai creduto alle categorie "i buoni e i cattivi".

Carine le bandierine! Ora mi sento faroeiano!

Aggiungi Commento